info
about me

Io sono proprio così

frasi a caso

alea iacta est, alea iacta ovest

— Giulio Cesare (indicando due direzioni, nei pressi del Rubicone)
feedz

rss post
rss commenti

 

ranking


antipixl

scarica wordpress

contattami

mail me
Chiamami con Skype

blog
ultimi commenti
  • naltro: mannaggia che piangerone
  • degra: scusa la risposta in ritardo :) no, non sono un professionista di...
  • V: Tieni corsi professionali su wp? Grazie Valentina
  • degra: Dopo i vari problemi col blog, finalmente ho ricaricato i file audio...
  • Massimo: ciao, ti prego, ti scongiuro, sono anni che vorrei riascoltare...

ultimi trackback

categorie
passato
cerca

stat

MyPagerank


Feisbuc – qualche giorno dopo

Ormai è passato un po’, da quando mi sono iscritto su Facebook, e ho qualche considerazione in merito.

Innanzitutto il blog ne risente, perchè più o meno tutto di quel poco che c’è da dire, viene detto e scritto là.

Seconda cosa, rispetto a Myspace è ben altro: serve davvero a qualcosa e ha delle vere funzionalità.

Ho ritrovato persone che non sentivo più da una vita (cosa facile per me, visto che non amo mantenere rapporti via telefono), e ho trovato un mezzo simpatico per fare le solite cazzate con quelli che già conoscevo.

Ovvio che ci sono persone che conosco e mi guardo bene dal contattare, anche se lo strumento “potresti conoscere” me le mostra da mane a sera.

Ma, si sa, per me ci vorrebbero le reti a-social: quelle dove, invece di creare aggregazione, si ha il proprio spazietto in cui nessuo entra a romperti le balle, NON si sa se sei online, cosa fai o cosa pensi.

Riguardo alle altre features, c’è da fare il solito discorso: gli album di Flickr e i video di Youtube sono ben altra cosa. Nonostante la possibilità di taggare le foto sia buona, è insufficiente poterlo fare solo riguardo le persone e non inserire le note tipo Flickr, ad esempio.

La chat, nonostante sia piccola e non configurabile, invece, è una cosa positiva: per nulla invasiva, rapida ed essenziale. Di nuovo: MSN e Skype sono un’altra cosa.

Manca, secondo me, la possibilità di cercare utenti per città. Capisco che abbia poco senso per chi vive nelle metropoli, ma nei centri minori potrebbe tornare utile.

Poi, vabbè, ci sono le onnipresenti richieste per applicazioni, quiz e altre simili amenità, ma la “febbre” passa dopo qualche settimana.

Le “causes”, invece, sono cosa più maligna e appiccicosa, e non diminuisce col tempo.

Tutti i giorni tocca ignorare varie richieste “join the cause” per le cause tra le più disparate: dalla causa contro la pedofilia a quelle per dimostrare solidarietà a Saviano, a quelle pro o contro questo e quello.

‘Ste cose mi stanno un po’ sulle balle, ma so di essere in buona compagnia…

Ci sono pure i gruppi di discussione, diciamo al livello dei gruppi Flickr, non male, anche se iscrivercisi è poco intuitivo.

Ecco, tutto questo per dire, anche, che il blog non è abbandonato: è in stagnazione per un po’, almeno finchè non passa l’ormai classica “Facebook addiction” :dentone:


Se questo argomento ti interessa puoi provare...

Senza parole (come le vignette argute) Wednesday 19 November 2008

Problemi esistenziali Sunday 16 November 2008

Fèisbuc Monday 6 October 2008

Breakdance Saturday 20 September 2008

Maispeis (2 di ?) Monday 15 September 2008

  

Social

twitta il post condividi su Facebook

ci sono 4 commenti per "Feisbuc – qualche giorno dopo"

  1. FulviaLeopardi ITALY scrive:
    usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.3 su Windows Windows XP

    io pure sto iscritta su facebook
    e lì scrivo con l’h 😉

  2. degra scrive:
    usando Flock Flock 2.0 su Windows Windows XP

    allora vengo a cercarti e ti “amico” :mrgreen:

  3. baba ITALY scrive:
    usando Mozilla Firefox Mozilla Firefox 3.0.3 su Windows Windows XP

    ahahah quella delle reti a-social è un’idea geniale! 😀
    anche io sento la mancanza delle note di flickr, siamo abituati troppo bene…