info
about me

Io sono proprio così

frasi a caso

coito, ergo cum

— letto in un antico vespasiano
feedz

rss post
rss commenti

 

ranking


antipixl

scarica wordpress

contattami

mail me
Chiamami con Skype

blog
ultimi commenti
  • naltro: mannaggia che piangerone
  • degra: scusa la risposta in ritardo :) no, non sono un professionista di...
  • V: Tieni corsi professionali su wp? Grazie Valentina
  • degra: Dopo i vari problemi col blog, finalmente ho ricaricato i file audio...
  • Massimo: ciao, ti prego, ti scongiuro, sono anni che vorrei riascoltare...

ultimi trackback

categorie
passato
cerca

stat

MyPagerank


Morto un anno, se ne fa un altro

O almeno così dice la saggezza popolare, ovvero la saggezza e basta.

C’è da dire che, bisesto o no, il 2008 non è stato il miglior anno in assoluto. Anzi, per usare un francesismo spesso troppo abusato, è stato proprio un anno di merda. O, per dirla con Elio: è stato un anno bellissimo, a parte qualche (troppa?) merda qua e là.

Andiamo per gradi.

Per me l’anno iniziato come è finito il 2007: consiglio comunale sciolto (non per mafia, però, eh?) e commissariato, lunga campagna elettorale che mi ha visto per la prima volta dare un contributo alla politica. Camapgna elettorale nata male (appoggio esterno, quindi con grandi responsabilità, al partito che non voterei mai nemmeno sotto tortura cinese), e finita peggio: 2 sconfitte su 2 voti espessi, pur votando 2 partiti diversi.

Da ciò sono derivati scazzi vari, che si protraggono ancora da aprile.

All’inizio dell’estate una brutta notizia (quella telefonata che non vorresti mai ricevere) è arrivata parecchio inaspettata, e ha creato un bel po’ della classica tristezza a palate. Pare tutto migliorato, ma non si sa ancora con certezza. Sperem…

Procedendo nell’anno, per la prima volta in 33 anni, non ho fatto vacanze (per altrui motivi di salute, vedi sopra). Ma non è stato poi un male, anzi: non ho avuto di che lamentarmi.

Poi, va bè, mi sono iscritto a Facebook, e tutto è tornato a posto: leggere gli “stati” altrui mi è sempre di ottimo conforto.

Infatti l’anno è finito bene, con l’autoregalo del mio primo Nokia.

Contando anche il fatto che NON ho conosciuto troppa gente e non ho dovuto sbattermi troppo, il bilancio dell’anno non è poi così nero.

Quello che è mancato è solo qualcosa di veramente positivo ed esaltante.

Tutte cose che, con Silvo Quarto al governo è un po’ impossibile avere (se era per lui, l’ADSL me la sognavo ancora adesso!), ma pazienza.

Perciò cosa augurare per il prossimo anno?

Facile: che sa meglio di questo, e non ci vuole poi troppo!

Eppi gnu iar!


Se questo argomento ti interessa puoi provare...

So long... Tuesday 10 March 2015

Google Calendar e GoogaSync: la cura definitiva per l'amnesia (o almeno ci si prova) Friday 23 October 2009

Veggenza Thursday 3 September 2009

Buone notizie, ma anche no Wednesday 5 August 2009

Tornare indietro di dodici anni, quasi tredici Sunday 26 July 2009

  

Social

twitta il post condividi su Facebook

ci sono 4 commenti per "Morto un anno, se ne fa un altro"

  1. Camelot scrive:
    usando Safari Safari 525.20 su iOS iOS 2.0

    Auguri, anche se in ritardo.
    Sto commentando con l’iPhone, e il blog funziona perfettamente 😉

    • degra scrive:
      usando Flock Flock 2.0.3 su Windows Windows XP

      Grazie per il test! E per gli auguri.
      Penso che non sia la neve del blog a rallentarlo, ma la neve quella vera :mrgreen:

      Ora cercherò un emulatore di iPhone per vedere cosa si vede…

  2. Camelot scrive:
    usando Safari Safari 525.20 su iOS iOS 2.0

    Ovviamente – io che non capisco un accidenti di roba informatica – fingo di aver compreso appieno :mrgreen:

  3. Temporaneo innevato scrive:
    usando Safari Safari 525.20 su iOS iOS 2.2

    Sono dall’iPod touch e mi sembra vada ok. La neve viene giù molto lenta ma non mi sembra rallenti. Ora ha raggiunto pure la zona commenti quindi vi lascio per non venire seppellito ciaoo