info
about me

Io sono proprio così

frasi a caso

non c’è pesce senza spine

— saggezza popolare
feedz

rss post
rss commenti

 

ranking


antipixl

scarica wordpress

contattami

mail me
Chiamami con Skype

blog
ultimi commenti
  • naltro: mannaggia che piangerone
  • degra: scusa la risposta in ritardo :) no, non sono un professionista di...
  • V: Tieni corsi professionali su wp? Grazie Valentina
  • degra: Dopo i vari problemi col blog, finalmente ho ricaricato i file audio...
  • Massimo: ciao, ti prego, ti scongiuro, sono anni che vorrei riascoltare...

ultimi trackback

categorie
passato
cerca

stat

MyPagerank


Del caldo, della vita e d’altre cose

Fa caldo e non aggiorno il blog da un po’ (tanto).

Le due cose non sono una la causa/effetto dell’altra, ma convivono amabilmente.

Ma tant’è.

Oggi giro per uffici, con pausa colazione/aria condizionata molto più proficua del giro uffici.

La cosa positiva è che per la città non ci sono nè auto, nè passanti, e non è nemmeno agosto.

Ciò è positivo sia nell’immediato, sia in proiezione per agosto: se chi già non c’è se ne va pure in vacanza, meglio per tutti.

Oggi mi sono reso conto di come la donna sia effettivamente presa per il culo riguardo le “pari opportunità”.

Ho parcheggiato nel posto riservato a mamme/donne incinte (oh, c’era l’ombra solo lì), strisce rosa, e mi sono accorto che il parcheggio “comodo” per chi ha il fardello (bimbo nato o ancora da nascere) non è poi tanto comodo. Cioè, a parte il fatto dell’ombra, si tratta di tre posti (tre, mica cazzi!) perpendicolari alla stradina che entra nel parcheggio, in cui è difficile parcheggiare con un’auto che non sia una Smart. Non solo: una volt parcheggiato, ci si accorge che è impossibile scendere dalla macchina, perché il posto è “un po'” stretto. Io ho dovuto fare limbo, breakdance e free climbing per poter emergere tra la mia porta e la fiancata dell’altra macchina. Va bene che non sono proprio la controfigura di Fassino, ma una donna incinta di più di 2 settimane non ci passa nemmeno per miracolo.

Tutto ciò tralasciando il fatto che sia parla di donne e parcheggi (a mia discolpa posso dire che resto spesso bloccato perché sto troppo vicino all’altra macchina e mi tocca scendere dal lato passeggero 😀 ).

Girovagando tra un marciapiedi e l’altro a caccia di ombra, mi imbatto in mamma con passeggino e amica.

Qui mi becco una scena che stavo per tornare indietro a percuotere violentemente la suddetta madre. Questa, indicando il bambino, si rivolge all’amica apostrofandolo con: “”sta testa di cazzo!”. Ovviamente il bambino aveva fatto qualcosa di gravissimo, tipo bagnarsi, o similari.

Ecco, dov’è che si firma per la sterilizzazione dei deficienti?


Se questo argomento ti interessa puoi provare...

So long... Tuesday 10 March 2015

Google Calendar e GoogaSync: la cura definitiva per l'amnesia (o almeno ci si prova) Friday 23 October 2009

Veggenza Thursday 3 September 2009

Buone notizie, ma anche no Wednesday 5 August 2009

Tornare indietro di dodici anni, quasi tredici Sunday 26 July 2009

  

Social

twitta il post condividi su Facebook

I commenti sono chiusi.